LA TELERIABILITAZIONE PER IL TRATTAMENTO DEI DSA: LA PIATTAFORMA RIDINET

Citazione consigliata: Morrocchesi, A. (2018). La teleriabilitazione per il trattamento dei DSA: la piattaforma “Ridinet” [Blog Post]. Retrieved from: http://www.tagesonlus.org/2018/03/26/la-teleriabilitazione-per-il-trattamento-dei-dsa-la-piattaforma-ridinet/

Si sono svolte come ogni anno, le “Giornate di aggiornamento sull’uso degli strumenti in Psicologia Clinica dello Sviluppo”, che hanno avuto come obiettivo quello di aggiornare operatori, psicologi e studenti in formazione su alcuni strumenti utilizzabili per l’attività clinica nell’ambito dell’età evolutiva.

Ogni giornata ha previsto delle sessioni plenarie dove gli esperti hanno prima presentato gli strumenti e successivamente, all’interno di workshop e avvalendosi di collaboratori, sono state fornite sessioni parallele sull’utilizzo degli strumenti, inclusa la presentazione di casi clinici. All’interno di uno di questi workshop ho avuto il piacere di presentare alcuni casi studio inerenti bambini con disturbo del linguaggio e della comprensione del testo, trattati attraverso l’utilizzo dell’applicazione “Cloze 2” della Piattaforma di Teleriabilitazione Ridi Net-Anastasis (www.info.ridinet.it), con la preziosa collaborazione di un’esperta la dottoressa Laura Bertolo (co-autrice dell’applicazione insieme al prof.Cesare Cornoldi).

In ambito clinico, ed in particolar modo per il trattamento riabilitativo, si sono diffusi negli ultimi anni molti strumenti digitali e questo è avvenuto anche nell’ambito del trattamento dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA). Tra i vari strumenti a disposizione del clinico per l’attività riabilitativa, oltre agli strumenti carta e matita, oggi vi è la possibilità di utilizzare strumenti di tele riabilitazione.

Uno di questi è la piattaforma “RidiNet” di Anastasis, la prima piattaforma di teleriabilitazione, on line a distanza, che permette agli specialisti di assegnare ai propri pazienti attività riabilitative da svolgere a casa, da affiancare all’ intervento in regime ambulatoriale. Lo strumento nasce sulla base delle indicazioni della Consensus Conference dove tra le indicazioni riguardo all’intervento sui pazienti con DSA si raccomanda un trattamento precoce e si sottolinea l’importanza della frequenza degli interventi.

Alla base di tale strumento vi è un comitato scientifico che vede tra i suoi membri i massimi esperti italiani in materia di DSA. Lo strumento infatti si rivolge a persone formate in tale ambito, siano esse psicologi, logopedisti o neuropsichiatri. A vantaggio di un servizio così costruito di teleriabilitazione vi è la possibilità per il clinico di prendere in carico un numero di pazienti maggiori, potendo contare comunque sull’efficacia della terapia avendo un costante controllo a distanza sulle attività e sulle performance del paziente.

Per quanto riguarda le famiglie, questo strumento permette di rispondere alle difficoltà, logistiche ed economiche che comporterebbero un numero ripetuto di interventi settimanali in ambulatorio, con la sicurezza alle spalle del clinico che monitora il lavoro a domicilio.

Nella presa in carico degli utenti con DSA, e non solo (come dimostrato da alcuni casi studio), la piattaforma mette a disposizione del clinico delle specifiche App. Per la lettura intesa come decodifica ci sono Reading Trainer, Run the Run, Sillabe e Rapword-Tachistoscopio. Cloze invece è l’applicazione dedicata alla comprensione del testo scritto che include attività di tipo sintattico e semantico. La linea dei numeri è dedicata all’area del numero e del calcolo e infine Dal suono al Segno affronta le difficoltà che un bambino può incontrare nell’acquisizione del processo di scrittura prevalentemente per quanto concerne gli aspetti strumentali e la componente ortografica.

La Consensus Conference sui disturbi specifici dell’apprendimento tenutosi a Roma il 6-7 Dicembre 2010 in merito alle evidenze sull’efficacia dei trattamenti (trattata dal gruppo di lavoro tecnico composto da Annagiulia De Cagno, Enrica Mariani, Patrizio Tressoldi e Pierluigi Zoccolotti) ha evidenziato quali sono le caratteristiche ed i cambiamenti che sarebbe auspicabile ottenere con un trattamento riabilitativo che risponda ai criteri di efficacia ed efficienza.

Attraverso un intervento di riabilitazione integrato ambulatoriale e domiciliare, supervisionato dal clinico, si ha la possibilità di garantire una frequenza maggiore dell’intervento, oltre ad un intervento costruito ad hoc dallo specialista per quel paziente e per quel disturbo specifico. In uno studio multicentrico sul trattamento della dislessia evolutiva (Allamandri et al., 2007) sono stati confrontati gli esiti di cinque diversi trattamenti per il miglioramento della velocità e della correttezza di lettura, erogati da cinque diversi centri di riabilitazione, confrontando l’erogazione ambulatoriale versus quella domiciliare. Da questo studio innanzitutto emerge che è possibile raggiungere livelli di correttezza nella norma e livelli di miglioramento della velocità di lettura superiori a quanto atteso dall’evoluzione naturale per gran parte dei partecipanti, e la conferma che a parità di ore al mese di trattamento, si possono ottenere cambiamenti equivalenti sia seguendo un trattamento ambulatoriale che domiciliare.

La piattaforma “Ridinet” dunque rappresenta un utile strumento a disposizione del clinico per la progettazione di un intervento riabilitativo mirato, in caso disturbo o difficoltà negli apprendimenti scolastici, che permette di garantire una maggior frequenza d’intervento ed ottenere un miglioramento nelle prestazioni delle abilità trattate come emerso da alcune ricerche e vari casi studio su singoli pazienti.

Tages Onlus è tra i Centri clinici Certificati Alta Formazione Anastasis in merito al trattamento dei DSA attraverso la Piattaforma di teleriabilitazione RidiNet.

 

Dott.ssa Azzurra Morrocchesi

Logopedista presso Tages Onlus

 

 

 

 

 

 

 

 

Bibliografia e suggerimenti di lettura:

 

Allamandri, V., Brenbati, F., Donini, R., Iozzino, R., Ripamonti, I., Vio, C., Mattiuzzo, T. & Tressoldi, P.E. (2007). Trattamento della dislessia evolutiva: un confronto multicentrico di efficacia ed efficienza. Dislessia, 4(2), 143‐162.

Tucci R., Savoia V., Bertolo L., Vio C. & Tressoldi P. (2015). Efficacy and efficiency outcomes of a training to ameliorate developmental dyslexia using the online software Reading Trainer ©. Bollettino di Psicologia Applicata, 63(273), 53-60

Vio C., Tretti M.L. & Chessa G. (2016). Il trattamento della disortografia con il software Dal Suono al Segno in soggetti con Dislessia Evolutiva. Dislessia, 13(2), 205-215.

 

 

No Comments

Post a Comment