I NOSTRI REPORTAGE: IL XXVI CONGRESSO AIRIPA

Citazione consigliata: Mori, G. (2017). I nostri reportage: il XXVI Congresso Airipa [Blog Post]. Retrieved from: https://www.tagesonlus.org/2017/10/16/i-nostri-reportage-il-xxvi-congresso-airipa

Il 29 e 30 settembre 2017 a Conegliano (TV) ha avuto luogo il XXVI Congresso Nazionale AIRIPA, un incontro formativo annuale imperdibile per tutti i professionisti che operano nel campo della Psicopatologia dell’Apprendimento, ambito di cui l’associazione è capostipite indiscusso in Italia con una rete di contatti e collaborazioni prestigiose a livello internazionale.

Come per gli scorsi anni, gli interventi ed i poster proposti sono stati molti ed hanno toccato tematiche che vanno dalla Psicopatologia dell’Apprendimento alla Psicopatologia dello Sviluppo, spaziando lungo un continuum che va dall’analisi dei fattori che influiscono sulle capacità di apprendimento, alle modalità diagnostiche fino al trattamento, passando per la promozione del benessere a scuola, tutti con un buon livello di valore scientifico-formativo e informativo.

Non sono mancati i relatori su invito (per questa edizione: A. Van der Leij – Università di Amsterdam; A. Pellegri – Istituto la Nostra Famiglia; D. Szùcs – Cambridge University), personalità di spicco nel campo della ricerca a livello internazionale, che con i loro interventi hanno trasmesso nuove conoscenze e promosso occasioni stimolanti per future ricerche.

In particolare durante la giornata di venerdì oltre che di Disturbi specifici di Apprendimento (DSA) si è parlato anche di Disabilità, di Autismo, di Disturbo da deficit dell’Attenzione con o senza iperattività/impulsività (ADHD) e di problematiche comportamentali spesso di difficile gestione nel contesto scolastico. A tal proposito, anche Tages Onlus ha dato il suo contributo attraverso il mio intervento come relatrice nella sessione “ADHD e problemi comportamentali” dal titolo “Il programma Coping Power Scuola per la riduzione dei comportamenti problematici e la promozione delle abilità relazionali in classi di scuola primaria”. L’obiettivo è stato quello di  far conoscere il Coping Power Scuola (di Bertacchi, Giuli e Muratori), un programma di prevenzione primaria saldamente ancorato alla ricerca (grazie ad una collaborazione tra IRCCS Fondazione Stella Maris, Università di Pisa e Università dell’Alabama) ed attuabile direttamente dai docenti sulla classe dopo un percorso formativo di 12 ore con trainer esperti.

Sempre nella giornata di venerdì è stata proposta una tavola rotonda su “Tecniche innovative nel trattamento dei disturbi del neurosviluppo: Mindfulness, Neurobeedback ed EMDR (Eyes Movement Desensitisation Reprocessing)”: innovativa, stimolante ed interessante.

La giornata di sabato ha visto un nuovo susseguirsi di sessioni, simposi e tavole rotonde che hanno spaziato tra DSA, ADHD in adolescenza e proposte di lavoro per le scuole orientate dalla consapevolezza che il benessere degli alunni è direttamente correlato al benessere dei docenti ed un focus sulla componente emotiva che accompagna diagnosi e trattamenti di ogni tipo in età evolutiva e che, pertanto, non deve mai essere sottovalutata o ignorata.

Sullo sfondo delle due interessanti giornate c’è stato un unico filo conduttore che ha legato tutte le proposte dell’AIRIPA: l’INCLUSIVITÀ. Un concetto da promuovere, difendere, migliorare ed aggiornare. Nella consapevolezza che la diversità interindividuale che ci caratterizza come esseri viventi non può e non dovrebbe mai rappresentare un limite per il singolo individuo ma un’occasione di arricchimento per la collettività.

Dott.ssa Giulia Mori

Psicologa e Psicoterapeuta

Ordine degli Psicologi della Toscana N°6699

No Comments

Post a Comment